Carnevale 2019

SIGNA – “E’ Carnevale, è Carnevale…”. Recitava così un jingle di qualche anno fa. Fatto appositamente per il Carnevale di San Mauro. E il Carnevale è arrivato, la 53° edizione, per quella che è e resta una delle feste più longeve in tutta la provincia di Firenze. Cinquantatré candeline che il comitato organizzatore, il Comitato Carnevale, inizierà a spegnere domenica prossima, 17 febbraio, quando si svolgerà il primo corso mascherato (gli altri due sono in programma domenica 24 febbraio e domenica 3 marzo). Una manifestazione “storica”, che prende “vita” nel “capannone” di via del Pozzo Rosso dove, già dal mese di settembre, iniziano i preparativi per l’allestimento dei carri allegorici: Peppa Pig, i Minion, Barbapapà, Cars e i Puffi quelli che sfileranno quest’anno insieme ai trenini per i più piccoli (alle 14.30 il via, ingresso a offerta libera). Tagliato nel 2016 lo storico traguardo dei cinquant’anni, quello delle nozze d’oro con maschere e coriandoli, il Carnevale di San Mauro guarda adesso verso nuovi orizzonti. E non c’è dubbio che da quel lontano 1966, quando venne organizzato per la prima volta grazie all’intuito dello storico parroco don Armido Pollai, per tutti il “priore”, il Carnevale di San Mauro di strada ne abbia percorsa davvero tanta. E non intende certo fermarsi. Una manifestazione nata mezzo secolo fa per far divertire i ragazzi del paese, con materiali di emergenza e barrocci, e che tuttavia, anno dopo anno, ha mantenuto tutte le sue specificità: dall’impegno dei volontari del Comitato Carnevale alla creatività e alla fantasia che contraddistingue tutti i “mascheroni” ma anche i gruppi a piedi che ogni anno partecipano al Carnevale; dai tanti bambini che salgono sui carri alle consuete tre domeniche con le sfilate.Tre domeniche ricche di colori che fanno capo alla parrocchia di San Mauro e che prendono il via domenica pomeriggio. Proprio di questi giorni l’ordinanza della Polizia municipale signese per il divieto di vendita e l’utilizzo di bombolette spray di schiuma ma anche per il divieto di vendita per asporto e di somministrazione di bevande in contenitori di vetro o di alluminio. E’ vietato inoltre a chiunque introdurre e utilizzare all’interno dell’area destinata alla manifestazione recipienti in vetro o di alluminio. “E’ Carnevale, è Carnevale…”.

PIANANOTIZIE.IT